Detective Conan Wiki
Advertisement

Akemi Miyano (宮 野 明 美 Miyano Akemi?), conosciuta anche con il suo alias Masami Hirota (広 田 雅美 Hirota Masami?), è la sorella maggiore di Shiho Miyano, ed entrambi erano membri dell'Organizzazione nera.

Aspetto[]

Akemi è spesso notato per essere molto simile a Ran Mori. Sia Haibara che Shuichi hanno la sensazione di essere simili. È una simpatica ragazza giapponese con lunghi capelli neri, di media altezza.

Personalità[]

Akemi aveva una personalità amichevole, gentile, allegra ed estroversa e un buon senso dell'umorismo. Quando era bambina, era ingenua e maliziosa; nascose gli strumenti di lavoro degli amici di suo padre e li guardò felicemente mentre andavano nel panico, tuttavia, voleva solo che non lavorassero più duramente. Da adulta, era una persona amorevole e premurosa che in contrasto con il resto dell'Organizzazione. Lei e sua sorella Shiho erano molto vicine anche se si incontravano raramente, spesso condividevano le storie. Shuichi dice che Akemi piangeva sempre nel buio fingendo di essere forte. Questo vuol dire che è una ragazza debole e non vuole infastidire gli altri. È sensibile e può avere molte storie o segreti tristi che non racconta.

Storia[]

Passato[]

Akemi da piccola

Akemi da piccola.

Quando Atsushi Miyano ha iniziato il suo lavoro di ricerca nell'organizzazione , ha affittato la sua casa al designer Sohei Dejima .

L'impiegato di Dejima, Tetsuo Imai, nutriva rancore contro il suo datore di lavoro per aver rovinato varie offerte di lavoro e si divertiva con l'idea di ucciderlo. Un giorno Miyano venne a far visita con Akemi e sua moglie Elena. Quando Akemi entrò in cucina e vide la rabbia di Imai, gli sorrise, dissipando ogni pensiero di omicidio.

Akemi e il professore

Akemi e il professore.

Mentre Shiho ha dovuto studiare negli Stati Uniti , Akemi ha continuato a vivere in Giappone ed era sotto stretta sorveglianza da parte dell'organizzazione. Un giorno si è unita a lei per sostenere la sorella. Ha vissuto sotto il nome del suo professore universitario, Masami Hirota .

Alcuni anni prima della sua morte, Akemi è andata in vacanza con il professor Hirota e alcuni colleghi e ha inviato le foto delle vacanze a Shiho su dischetto. Quando Shiho lo ha rispedito, nella busta c'era inavvertitamente un floppy disk con la ricetta per Apoptoxin 4869 . Hirota ha ricevuto una copia di questo disco e l'ha conservata.

Akemi è tornata a casa della famiglia Miyano circa una settimana prima di morire e ha detto che doveva andare in bagno per un momento. In questa occasione, ha nascosto una borsa di cassette audio che sua madre Elena aveva registrato per Shiho sul galleggiante nel serbatoio dell'acqua. Con Akemi sotto costante sorveglianza, doveva trovare un posto neutrale dove un giorno Shiho avrebbe trovato i nastri.

Akemi è anche riuscita a bandire ancora una volta i pensieri sull'omicidio di Imai e ha annunciato che avrebbe portato con sé sua sorella alla prossima visita. Tuttavia, non ha potuto mantenere la sua promessa perché è stata uccisa la settimana successiva.

Presente[]

Prima stagione[]

Caso 5: Il caso dell'omicidio dell'uomo strano e ricercato/il caso della rapina in banca[]

Akemi è incaricata dall'organizzazione di rubare un miliardo di yen da una banca insieme a Kanzo e Akira Hirota. Dopo una missione riuscita, tuttavia, Kenzo si nasconde da solo con i soldi. Akemi poi andò da Goro Mori e finse di essere la figlia di Kenzo Hirota, Masami. Quando Goro trova finalmente il suo complice, lei lo affronta. Akira, che partecipa anche lei alla conversazione, perde la pazienza e uccide Kenzo.

Il giorno successivo, Akira si stabilisce in una stanza d'albergo con i soldi e viene sorpresa da Akemi. Cerca di anestetizzarlo con una bevanda in lattina, ma si rende conto che i presunti sonniferi sono in realtà cianuro di potassio . Lascia il complice morto nella stanza e consegna la valigia alla reception dell'hotel. Poi prende un taxi per il porto industriale per affrontare gin e vodka . Si scopre che è stata tradita dall'organizzazione ed è stata uccisa da Gin. Poco dopo, Conan appare e viene a sapere della sua relazione con gli uomini in nero. Con le ultime forze, gli chiede di mettere al sicuro i soldi rubati dall'organizzazione.

Akemi poco prima della sua morte

Akemi poco prima della sua morte.

Akemi riceve dall'organizzazione l'ordine di rapinare una filiale di una banca. In cambio, lei e sua sorella sarebbero state licenziate dall'organizzazione. Akemi si assume in banca sotto il nome in codice Masami Hirota per familiarizzare con l'orario di lavoro e i locali. Insieme a due complici, possono rubare un miliardo di yen. Poco dopo vengono fucilati i due complici di Gin e Vodka.

Il giorno seguente, Conan andò a casa di Akemi e trovò la chiave dell'armadietto. Poco dopo Akemi lo stende da dietro e dice che vuole incontrare il suo cliente. Prima di partire, Conan riesce ad incollare un dispositivo di localizzazione alla sua auto. Quando arriva al punto d'incontro, affronta Gin e Vodka, ma scopre di essere stata tradita dall'organizzazione e che sua sorella non verrà licenziata. Spiega che il denaro rubato è in un armadietto alla stazione ferroviaria di Bakersi trova. Poi viene colpita da Gin e cerca la chiave dell'armadietto. Tuttavia, prendono un'altra chiave sbagliata. Quando Conan individua il punto d'incontro, corre verso Akemi ferito. Gli affida la chiave corretta finché non muore tra le braccia di Conan.

Film 5: Detective Conan: Trapola di Cristallo[]

Ai chiama l'appartamento in affitto di sua sorella ogni notte per sentire la sua voce sulla segreteria telefonica. Poco prima dell'apertura delle nuove Torri Gemelle , Gin e Vodka si è recata nell'appartamento e ha ricevuto una telefonata da Ai. Utilizzando un programma di commutazione a scatto sviluppato dall'organizzazione, cercano di rintracciare il numero di telefono. Tuttavia, Conan interrompe prematuramente la telefonata, in modo che la trasmissione venga interrotta. Alla fine Conan e il professore riescono a convincere Ai a smettere di chiamare.

Gallery[]

Curiosità[]

  • Akemi (明美) significa "Bellezza lucente".
  • Masani (雅美) "Bellezza elegante".
Advertisement