Detective Conan Wiki
Advertisement

Caccia all'omone (大男を追え! Ōotoko o oe!) è il capitolo 15 del manga Detective Conan.

Trama[]

Mentre il detective sospettoso si spiega, viene alla luce che Masami e il gigante sostenevano entrambi di essere l'unico parente vivente di Kenzo, ognuno con storie diverse. Il gigante sosteneva di essere Akira Hirota, fratello minore. Un altro punto sospetto è che Kenzo guidava un particolare percorso ogni notte, senza passeggeri, a velocità spericolate. Quando viene menzionata la grande altezza di Akira, Goro concorda con i sospetti del detective sul fatto che Akira abbia ucciso Kenzo, ma gli indirizzi di contatto erano tutti falsi e quindi non c'erano contatti. Conan conferma a se stesso che Akira era l'uomo del salotto di pachinko, ma prima di poter rintracciare Akira, deve far ricaricare la batteria del localizzatore. Agasa mette in guardia Conan sui pericoli e su come una guardia di banca e ora Kenzo sono entrambi morti, e usa Holmes

Dicendo a Goro di aver trovato il nascondiglio di Akira sulla strada di casa da scuola, piuttosto che dirigere il taxi con gli occhiali, Conan porta Ran, Goro e l'altro detective nella posizione del localizzatore, un hotel. Dopo aver acquisito il numero della camera di Akira, il loro uso dell'ascensore viene rimandato da una donna con un carrello con più valigie impilate che si rovescia mentre cerca di avanzare. Quando raggiungono la stanza, scoprono che è stato lasciato sbloccato e Akira è morto a causa del cianuro di potassio nella sua bevanda. Kogoro chiama l'ispettore Megure a proposito del cadavere di Akira prima che possano continuare a cercare Masami, vivo o morto. Conan ispeziona il drink, la pila di valigette vuote accatastate a casaccio nelle vicinanze, e si rende conto di come si collegano alle storie contraddittorie, Kenzo è l'irregolare taxi che guida e Megure '

Advertisement