Detective Conan Wiki
Advertisement

La famiglia Hatamoto (旗本家の一族 Hatamoto ke no ichizoku) è il capitolo 20 del manga di Detective Conan.

Trama[]

Conan e Ran si godono la vista da una lussuosa nave da crociera, i cui proprietari stanno beneficiando loro di fare un giro a Tokyo poiché Goro ha dimenticato l'orario di partenza della loro barca originale. Conan e Ran notano un altro passeggero, Natsue Hatamoto, che ha appena sposato suo marito, Takeshi, sull'isola che hanno appena lasciato. Il nonno di Natsue, Gozo, il capo della famiglia Hatamoto e delle imprese, si affida al figlio maggiore, Kitarou, per aver permesso ai membri non familiari di salire sulla nave. Lo zio di Natsue, Joji Hatamoto, riflette sul fatto che il cattivo umore di Gozo provenga probabilmente da Joji che cucina occidentale piuttosto che tradizionale. Gozo sminuisce anche il figlio di Kitarou, Ichirou, per essere un artista e inseguire un sogno senza speranza. Gozo quindi ordina a Takeshi di venire a visitare la sua stanza prima di cena e se ne va. Dopo la sua partenza, il disprezzo che i suoi discendenti provano per lui viene rivelato quando la moglie di Kitarou, Mariko, la sorella maggiore di Natsue, Akie, e il marito di Akie, Tatsuo, discutono su chi erediterà tutto dopo la morte di Gozo. Akie sussurra informazioni scioccanti a Mariko e menziona che ci sono solo le ventiquattro ore della crociera per provare a cambiare qualcosa.

Nel frattempo, Gozo si confronta con Takeshi sul fatto che l'identità di Takeshi sia falsa, e chiede di sapere come intende vendicare suo padre, sebbene non sia menzionato come Gozo abbia fatto un torto a Isao Zaiki. Takeshi non risponde, ma qualcuno nell'ombra ascolta la conversazione. Mentre la famiglia si riunisce per cena, il maggiordomo va a convocare Gozo e trova il fiore che Natsue ha regalato a Takeshi appena fuori dalla porta. Takeshi arriva a cena un po 'tardi e dice che stava pensando da solo nella sua stanza, poco prima che l'urlo del maggiordomo convoca tutti a scoprire il cadavere di Gozo.

Advertisement