Detective Conan Wiki
Advertisement


Il Caso di omicidio al caffè è il caso 29 dell'anime Detective Conan.

Introduzione[]

Ran esce segretamente dall'agenzia investigativa Mori e spiega a Conan quando la scopre che ha un appuntamento con Shinichi . Dal momento che Conan la vede come una bugia, la segue in un bar. Per convincere Conan a tornare a casa, Ran lascia il bar e va a comprare la torta. In attesa del ritorno di Ran, osserva cinque persone diverse entrare nel bar. Uno dopo l'altro, tutti e cinque vanno in bagno. Quando Shiro Wakaoji, che Conan probabilmente considererà l'appuntamento di Ran, è l'ultimo a entrare nel bagno, scopre il corpo del visitatore del caffè Yayoi Himeno.

Vittima[]

Yayoi Himeno asesinada

La vittima Yayoi Himeno.

Yayoi Himeno ha 24 anni, lavora part-time ed è la prima delle cinque persone ad entrare nel bar. Al bar è molto scortese e molto nervosa. Al bar chiede del gabinetto e indica che sa che c'è un solo gabinetto misto. Va in bagno un secondo dopo lo studente Yuichi Sumeragi, ma poi non torna al suo posto. Nella toilette, Conan la trova di fronte alla porta mentre i suoi oggetti di valore sono sul pavimento. È morta per una massiccia perdita di sangue a causa di una pugnalata al cuore, ma la scientifica può anche rilevare lievi segni di strangolamento sul collo. Il commissario Megure inizialmente presume un ladro perché il suo portafoglio è completamente vuoto e la finestra del bagno è aperta.

Sospetti[]

Dei visitatori del caffè, solo quattro ospiti sono ammessi, vale a dire quelli che erano anche nella toilette tra la toilette di Yayoi Himeno e la scoperta del suo corpo.

  • Il primo ad entrare nel bagno prima che la vittima sia, è lo studente Yuichi Sumeragi . Entra nel bar per fare i lavori domestici. Il tentativo di scavalcare il muro divisorio del bagno riesce senza problemi al signor Sumeragi.
  • Poco dopo lo studente, l' avvocato Eri Kisaki entra in bagno. Aveva fissato un appuntamento per incontrare qualcuno al bar, ma la persona non era presente quando sono arrivati. Senza un test, è anche chiaro alla signora Kisaki che sarebbe riuscita a superare la partizione.
  • Il quarto è ospite fisso Juzo Tonoyama per andare in bagno. Dopo essere entrato nel bar, va al bancone e parla con l'ospite. Dice di essersi infortunato all'anulare sinistro durante l'allenamento di rugby e che non può indossare la sua fede per questo motivo. Poiché il signor Tonoyama è troppo forte e alto, non può superare il tramezzo.
  • L'ultima persona ad andare in bagno e trovare il corpo è un impiegato di un'agenzia pubblicitaria, Shiro Wakaoji, che ha un appuntamento con una ragazza. signor Wakaoji non può scavalcare il tramezzo.

Note[]

L'arma del delitto è un indizio cruciale nel caso

L'arma del delitto è un indizio cruciale nel caso.

  • Finestra pulita: sebbene l' ispettore Megure inizialmente presuma una rapina, la finestra pulita confuta questa teoria. Un ladro che ha fretta e l'arma del delitto sulla scena se ne va probabilmente non pulirà la scena del crimine. La finestra è la prova che si tratta chiaramente di un omicidio.
  • Muro divisorio: Eri Kisaki crede per la prima volta che l'autore del reato sia fuggito nella cabina vicina attraverso il muro divisorio nel bagno dopo l' omicidio . Poiché non ci sono macchie di sangue sul bordo del tramezzo, l' autore deve aver pulito l'area. Durante il test, solo il signor Sumeragi e la signora Kisaki possono scavalcare il muro, poiché gli altri sospetti sono robusti. Ma questo non era il corso degli eventi dell'assassino.
  • Arma del delitto: Conan trova le condizioni dell'arma del delitto estremamente divertenti. C'è molto sangue sia sulla lama che sul manico. Ciò indica che l'autore del reato non aveva in mano l'arma. C'è anche una striscia stretta sulla lama dove non è possibile trovare sangue.
  • Sangue: Conan nota il sangue sulle sue mani mentre esamina l'arma del delitto. Dato che non ha toccato il cadavere, può solo significare che c'è del sangue sul tramezzo.

Corso degli eventi[]

La vittima è stata scaraventata oltre la porta

La vittima è stata scaraventata oltre la porta.

Il signor Tonoyama ha ucciso Yayoi Himeno con il coltello trovato. Prima di farlo, ha legato la benda sull'anulare attorno ad esso. Quando l'atto fu completato, gettò il corpo oltre il tramezzo in modo che rimanesse davanti alla porta del bagno. Con l'aiuto della benda, estrasse il coltello dal cadavere. Ma poiché il sangue della vittima era sulla benda, ha dovuto riattaccare la benda e scambiare l'anulare e il medio. Un'autopsia avrebbe trovato tracce di sangue sulla benda e condannato Tonoyama come l'autore.

Motivo[]

La vittima e l'autore del reato hanno avuto una relazione per molto tempo. Poi Himeno ha iniziato a ricattare il signor Tonoyama e ha minacciato di dire qualsiasi cosa a sua moglie. Infine, Tonoyama non vedeva altra opzione.

La fine del caso[]

Conan scopre chi è l'appuntamento di Ran

Conan scopre la vera identità di Eri Kisaki.

Eri Kisaki può spiegare che il colpevole è il signor Tonoyama. La prova decisiva è che ora ha la benda sull'anulare al dito medio. Prima che possa scappare, Eri lo mette fuori combattimento con un tiro alla spalla. Questa tecnica è molto familiare a Conan. Dopo l'arresto di Tonoyama, Conan incontra Ran e rivela le vere intenzioni di Wakaoji. Si scopre che questa non è la data di Ran, ma Sonokos . L'appuntamento di Ran è sua madre, Eri Kisaki. Durante una conversazione su Goro, Eri viene inizialmente preso dall'indagine sul caso dormiente di Goro , ma quando è in un programma televisivo sul suo matrimonio parla, consiglia a Ran di stare lontano dal suo amico detective perché non è una buona compagnia per lei.

Advertisement