Detective Conan Wiki
Advertisement


Il caso dell'omicidio del gallerista è il caso 9 dell'anime Detective Conan.

Vittima[]

Il corpo viene scoperto

Il corpo di Manaka viene scoperto.

Il signor Manaka è il proprietario del Museo Medievale e vuole demolire l'edificio per costruire un albergo al suo posto. Viene inchiodato al muro nella Sala dell'Inferno con una spada. Qui viene ricreata la scena del dipinto "La punizione del cielo".

Sospettato[]

Kubota

Signor. Kubota.

Il Signor. Kubota è un impiegato del museo e diventa molto rapidamente il principale sospettato in questo caso. Da un lato perché la vittima lo avrebbe riconosciuto come suo autore e dall'altro perché al momento del delitto lavorava da solo nel suo ufficio. Un possibile motivo potrebbe essere la richiesta di risarcimento danni da parte del proprietario del museo Manaka, che ha sollevato contro il signor Kubota per commercio illegale di arte con le mostre del museo.

Altri sospetti includono il curatore Ochiai e altri dipendenti del museo. Sia il curatore che il signor Ijima provavano una grande antipatia per il proprietario del museo a causa dei suoi piani di demolizione.

Prove[]

La nota con l'avviso di morte

La nota con l'avviso di morte.

  • Il video di sorveglianza mostra una persona in armatura che trafigge il signor Manaka con una spada e lo inchioda al muro. Puoi anche vedere Manaka scrivere qualcosa su un pezzo di carta.
  • Il nome Kubota è sul presunto avviso di morte . Sono rimaste anche alcune tracce, come se qualcuno cercasse di cancellare il nome con una mina vuota.
  • La penna a sfera con cui si dice che il signor Manaka abbia scritto il messaggio sul biglietto si è ritirata. tuttavia, non vi è alcun motivo per cui la vittima ritragga prima il piombo della penna e poi lo getti via.
  • Il trucco di Conan di dover andare in bagno con urgenza alla fine costringe l'autore del reato a tirare fuori la penna che è stata effettivamente utilizzata per il presunto messaggio di morte.

Corso degli eventi[]

Su una videocassetta puoi vedere un'armatura che attacca la vittima

Il cavaliere uccide il signor Manaka.

Il curatore convoca il signor Manaka nella Sala dell'Inferno e lo attacca travestito da cavaliere. Nel frattempo, indica la sua vittima al biglietto preparato e poi finge di inciampare in modo che il signor Manaka abbia l'opportunità di scrivere sull'avviso di morte. Il signor Manaka si rende conto che il suo assassino è il curatore e non la persona il cui nome è sul pezzo di carta che tiene in mano. Cerca di cancellare il nome, ma poiché la matita ha una mina rotta, la butta via e accartoccia il foglio. Il nastro mostra il signor Manaka che scrive qualcosa sul biglietto. Quando il crimine è compiuto, l'assassino cambia la penna e si dimentica di svitare la ricarica.

Motivo[]

Il motivo del curatore è il suo amore per il museo. Voleva incolpare il signor Kubota per il crimine perché aveva venduto uno dei suoi tesori.

Advertisement