Detective Conan Wiki
Advertisement

Un avvocato nel mistero (アリバイ証言殺人事件, Aribai ahōgen satsujin jiken) è l'episodio 30 di Detective Conan.

Trama[]

La famiglia Mori viene ricevuta dal signor Tatsumi nell'albergo di lusso

La famiglia Mori viene ricevuta dal signor Tatsumi nell'albergo di lusso.

Ran e Conan accompagnano Goro al suo incontro con un cliente, l'avvocato Sohei Tatsumi . Poiché lo studio legale del signor Tatsumi rappresenta spesso aziende molto rispettate, ha stabilito il suo ufficio in un hotel a cinque stelle. Dopo un breve saluto nell'atrio, tutti salgono allo studio dell'avvocato. Lì il signor Tatsumi va in bagno per un momento. Quando squilla il telefono, chiede dal bagno di rispondere alla chiamata. Conan prende il telefono e parla con la moglie di Tatsumi, Kazumi. Conan sente una melodia in sottofondo per tre secondi. Quindi la signora Tatsumi gli chiede di poter parlare con suo marito. Ma questo dice solo a sua moglie che ha un visitatore e riattacca immediatamente. Quindi Ran e Conan vanno al bar dell'hotel, poiché il signor Tatsumi vuole discutere le sue preoccupazioni con Goro.

Il signor Tatsumi mostra a Goro una foto di sua moglie. Sospetta che lei abbia una relazione e chiede all'investigatore privato di indagare sul caso. Dopo più di un'ora, Goro prende Ran e Conan dal bar e racconta loro brevemente del lavoro. Ora stai camminando verso il parcheggio dell'hotel, dove Conan vede il signor Tatsumi in piedi davanti alla sua macchina. Tuttavia, Ran insiste che suo padre mantenga la sua promessa e tutti e tre cenano insieme nel ristorante dell'hotel.

Più tardi quella sera, i tre prendono un taxi per tornare a casa. C'è un'auto di pattuglia vicino all'agenzia investigativa che li porta a casa dei Tatsumi. Mentre entrano, incontrano l'ispettore Megure e un accasciato signor Tatsumi. Sua moglie Kazumi è stata legata e imbavagliata ed è morta nella vasca da bagno. Conan trova una graffetta sul bordo della vasca da bagno.

La morte di Kazumi Tatsumi

La morte di Kazumi Tatsumi.

Poco dopo, il signor Tatsumi ha fatto la sua dichiarazione. La morte di Kazumi deve essere avvenuta tra le 14:00 e le 15:00, dopo di che Goro conferma che anche l'appuntamento con il signor Tatsumi ha avuto luogo in quel momento. Conan aggiunge che la signora Tatsumi ha chiamato mentre stavano aspettando insieme nell'ufficio del signor Tatsumi. Inoltre, il telefono dell'hotel registra tutte le chiamate in modo che l'ispettore possa riascoltare le registrazioni. Goro conclude che il signor Tatsumi ha un alibi sicuro, ma Conan non è d'accordo.

Il giorno dopo il giornale riportò l'omicidio. Anche Conan sta ancora valutando il caso. Ci sono ancora troppe domande senza risposta per lui: perché la donna morta giaceva nella vasca da bagno con una graffetta sul bordo? Perché il signor Tatsumi ha avuto una conversazione così lunga con Goro e perché ha continuato a guardare l'orologio all'inizio, anche se non voleva ricevere altri ospiti? Conan si chiede se sia stata una coincidenza che abbia risposto al telefono. Giunge alla conclusione che la soluzione al caso può essere trovata in albergo.

In albergo, nel corridoio davanti all'ufficio di Tatsumi, nota un impiegato che getta i panni sporchi degli ospiti in uno scivolo della biancheria che porta direttamente nel parcheggio sotterraneo. Lì, i numeri di identificazione vengono prima attaccati ai sacchi della biancheria prima che vengano portati per essere puliti. In questo modo, Conan sa da dove viene la graffetta. Tornato nel corridoio, sente improvvisamente la stessa melodia della telefonata con la signora Tatsumi. Indaga sul rumore e trova una radio con un carillon integrato in una delle stanze. Quando un servitore entra e gli spiega che tutte le stanze hanno tali orologi, il caso di Conan è chiaro.

Al servizio funebre, il signor Tatsumi viene riconosciuto colpevole di omicidio

Al servizio funebre, il signor Tatsumi viene riconosciuto colpevole di omicidio.

La sera tutti vanno al funerale per la signora Tatsumi. Lì incontrano anche l'architetto Shunso Hirose , l'amante di Kazumi. Ha accusato il signor Tatsumi di essere il colpevole. Riferisce anche che Kazumi voleva divorziare da suo marito. Infine, c'è una breve discussione quando il signor Tatsumi chiede a Hirose dove fosse al momento del crimine. Hirose dice poi di aver ricevuto una lettera, presumibilmente da Kazumi, in cui lei gli chiede di venire alla villa di Tatsumi al momento in questione. Poi mostra la lettera al commissario. Goro crede che la lettera sia falsa e che il signor Hirose sia l'assassino.

Il sovrintendente Megure sta per portare il giovane alla stazione quando Conan riesce a stordire Goro e a risolvere il caso in tempo. Il signor Tatsumi è il vero colpevole. Sua moglie non è stata strangolata nella villa di Tatsumi, ma nell'albergo dove il marito ha il suo studio legale. Da lì ha chiamato dalla stanza accanto, come dimostra il suono del carillon sulla registrazione della conversazione telefonica. Dopo aver incontrato Goro, l'avvocato ha ucciso sua moglie, ha gettato il corpo nello scivolo della biancheria e poi inizialmente lo ha riposto nel bagagliaio della sua auto. Aveva bisogno di Goro come alibi. Il signor Tatsumi contraddice che ci sono molti di questi orologi, ma un secondo nastro dimostra la sua colpevolezza. Manca una certa nota nella melodia suonata dal carillon dalla stanza accanto all'ufficio del signor Tatsumi. Questo rende unico il carillon che stai cercando. Tatsumi finalmente ammette l'atto. Sua moglie lo ha ricattato e voleva 200 milioni di Yen per il divorzio. Dopo che Goro si è svegliato dall'anestesia, il commissario Megure ha elogiato ancora una volta l'eccellente lavoro di Goro. Tuttavia, non ha idea che il caso sia già stato risolto.

Apparizioni[]

personaggi principali[]

personaggi secondari[]

posti[]

oggetti[]

Advertisement