Detective Conan Wiki
Advertisement

Hidemi Hondo (本 堂 瑛 海 Hondō Hidemi?), conosciuta anche con il suo alias Rena Mizunashi (水 無 怜 奈 Mizunashi Rena?), e con il suo nome in codice Kir (キ ー ル Kīru?), è un membro dell'Organizzazione nera sotto copertura per conto della CIA.

Storia[]

Hidemi Hondo è un agente della CIA sotto copertura che è riuscito a infiltrarsi nell'Organizzazione nera con il nome in codice Kir. Ha un fratello minore di nome Eisuke. Suo padre, Ethan Hondo, che era anche nella CIA e sotto copertura, si è ucciso per salvare sua figlia dopo che un errore le ha quasi fatto saltare la copertura nell'Organizzazione. In passato ha donato il midollo osseo a suo fratello minore per curarlo dalla leucemia, che ha portato il gruppo sanguigno di Eisuke a cambiare da O ad AB. Qualche tempo dopo, quando Eisuke fu ferito in un incidente d'auto, Hidemi gli donò il sangue, cosa che riuscì a fare perché ora hanno lo stesso gruppo sanguigno. Dopo essere entrata a far parte della CIA, è stata mandata a raggiungere suo padre, che era sotto copertura nell'Organizzazione. La sua missione originale era quella di aiutare un intermediario, Barney, poiché quello che suo padre usava normalmente è stato ucciso. Dopo di che avrebbe dovuto fingere la sua morte e lasciare l'Organizzazione. Ma a causa del suicidio di suo padre e della morte di Barney, Hidemi fu obbligata a rimanere e continuare la missione di suo padre. Il capo dell'Organizzazione è rimasto colpito dal falso rapporto sulla morte di Ethan Hondo e le ha concesso il nome in codice Kir. Conan incontrò per la prima volta Hidemi come giornalista sotto lo pseudonimo di Rena Mizunashi quando chiese a Goro di risolvere un banale caso di stalking. Voleva il numero di telefono del detective per chiedergli di proteggere Eisuke, che era diventato sospettoso su di lei. A causa di un incidente, Conan scoprì in seguito che era un'agente dell'Organizzazione nera con nome in codice e una delle principali partecipanti a un omicidio. Mentre sventava l'omicidio con l'aiuto di Jodie e dell'FBI, Hidemi ha subito un incidente ed è caduta in coma, dopo di che è stata ricoverata segretamente in un ospedale. L'Organizzazione e suo fratello minore Eisuke iniziarono a cercarla. Più tardi, l'FBI e Conan scoprirono la sua vera identità e indussero l'Organizzazione nera a riprendersela in modo che potesse continuare la sua missione di infiltrazione.

Personalità[]

Nonostante debba mantenere la sua copertura all'interno dell'Organizzazione nera, Hidemi rimane una persona compassionevole e cerca di preservare quante più vite possibile. Avendolo visto in azione, è arrivata a fidarsi implicitamente di Conan e del suo giudizio. Con i membri dell'Organizzazione nera, però, sembra essere fredda e obbediente ai suoi superiori, ma si comporta in modo un po' più misericordioso degli altri, facendo insospettire Gin a volte.

Origine del nome[]

Secondo Akai, il suo alias Rena Mizunashi è in realtà un mnemonico per 007, il numero di servizio dell'agente segreto immaginario James Bond. "Mizunashi", che significa "senza acqua", è un sottile riferimento allo zero. "Rena" è una contrazione dei numeri zero (rei) e sette (nana). "Hondo" da Hidemi Hondo deriva da "Bondo" (ボ ン ド), la pronuncia giapponese di (James) Bond.

Advertisement