Detective Conan Wiki
Advertisement

Scotch (スコッチ Sukotchi) in cui il vero nome è Hiromitsu Morofushi (諸伏 景光 Morofushi Hiromitsu), era un agente della Polizia Metropolitana del Distretto di Tokyo infiltrato nell'Organizzazione nera e fratello minore di Komei, Taka'aki Morofushi (諸伏 高明 Morofushi Takaaki).

Aspetto[]

Il suo volto è visto, per la prima volta, nel capitolo 937 del manga.

Personalità[]

La sua personalità è sconosciuta.

Storia[]

I genitori di Hiromitsu morirono, mentre lui e suo fratello Taka'aki erano giovani. Suo fratello è cresciuto a Nagano, mentre Hiromitsu è stato accolto da parenti a Tokyo. Ma i fratelli rimasero in contatto l'uno con l'altro ed entrambi in seguito divennero ufficiali di polizia. Era un membro sotto copertura dell'Ufficio di Pubblica Sicurezza del Dipartimento di Polizia Metropolitana di Tokyo all'interno dell'Organizzazione Nera. Non è stato rivelato molto sul suo passato e il suo tempo all'interno dell'organizzazione, sebbene abbia conosciuto Rei Furuya (un altro agente sotto copertura della stessa organizzazione) e Shuichi Akai (un agente dell'FBI sotto copertura che usa l'alias Dai Moroboshi). Hiromitsu si suicidò prima che il suo vero nome venisse rivelato agli altri membri dell' Organizatione.

Venticinquesima Stagione[]

200px-Akai and Bourbon covered in blood

Subaru ha un flashback con se stesso mentre Shuichi e Bourbon sono coperti di sangue.

Durante la parte finale dell'arco Scarlet, Shuichi parla al telefono di Bourbon e dice "Di lui, mi dispiace per quello che è successo. Anche adesso ...". Nell'epilogo Shuichi menziona che il rancore di Borbone potrebbe essere più profondamente radicato di quanto pensasse. Ha un breve flashback tra sé e Bourbon coperto di sangue. Durante la conversazione di Bourbon e Vermouth, menziona un infiltrato maschile dell'Ufficio di Pubblica Sicurezza (PSB) che era stato ucciso prima che potessero capire il suo nome. Bourbon le dice che il suo nome in codice era "Scotch".

Ventiseiesima Stagione[]

200px-Masumi and Scotch Flashback EP836 (3)

Masumi ricorda il giorno in cui incontrò Scotch.

Masumi ha un flashback di quattro anni fa, dove ha visto suo fratello Shuichi su un binario del treno con un altro uomo. A quel tempo, Masumi pensava che Shuichi avrebbe dovuto essere in America, quindi si avvicinò a loro. Shuichi le disse di andarsene ma lei scusò di non avere i soldi per tornare a casa. Mentre Shuichi andava a comprarle un biglietto, l'altro uomo tirò fuori una chitarra dalla custodia sulla schiena e le insegnò alcune note. Prima che Shuichi tornasse, un terzo uomo che assomiglia a Rei Furuya si avvicinò e chiamò l'altro "scotch". Masumi credeva che questo fosse un soprannome piuttosto che un'indicazione della sua razza perché l'uomo sembrava molto giapponese.

200px-EP837-Bourbon and Scotch

Bourbon ricorda di Scotch.

Masumi rivela a Conan, Ran, Sonoko e Rei che suo fratello maggiore Shuichi Akai è un agente dell'FBI. Sonoko chiede quindi se anche l'amico di suo fratello potrebbe essere un agente dell'FBI, ma Masumi nega questa possibilità dicendo che deve essere stato un amico con cui Shuichi stava incontrando mentre era in vacanza. Rei pensa a se stesso che Scotch era un membro dell'Ufficio di Pubblica Sicurezza del Dipartimento di Polizia Metropolitana di Tokyo e che Shuichi era il responsabile della sua morte.

Un flashback di Rei Furuya si verifica mentre sogna ad occhi aperti mentre va in giro con Vermouth. Corre su per la scala esterna di un edificio mentre pensa alle parole di Scotch "Mi dispiace Furuya, la mia identità di PSB è stata vista attraverso quelle persone ... sembra che l'unica via di ritirata rimasta sia verso l'altro mondo ... . addio Rei (Zero) ". Nella parte superiore dell'edificio trova Shuichi in piedi sopra il cadavere di Scotch con in mano una pistola fumante e dicendo "I traditori ... dovrebbero essere puniti di conseguenza ... giusto?". Si sveglia con Vermouth dicendo loro che devono strappare informazioni da un bersaglio e poi distruggerle in un colpo solo.

Più tardi Conan, Subaru, Ran e Sonoko si imbattono in "Amuro" e Azusa, che Conan pensa che sia Vermouth, mentre provano a incontrare un musicista che ha qualche connessione con un caso Rum di 17 anni fa. Rei parla direttamente a Subaru, che non si rende conto di essere Shuichi sotto mentite spoglie a causa di Scarlet Showdown. Conan reagisce a loro chiacchierando casualmente e dice a Subaru che devono andarsene, ma non vuole. Il gruppo scopre che il musicista è già morto. Alla fine del caso del musicista viene rivelato che la morte di Scotch è stata in realtà un suicidio, mentre cercava di spararsi al petto dove il proiettile avrebbe distrutto il suo telefono dove sono conservati dati sensibili.

Sia Shuichi Akai che ironicamente, Rei (Bourbon / Amuro) ha avuto un ruolo indiretto nella sua spinta al suicidio. Essendo messo alle strette da Shuichi, che all'epoca era ancora sotto copertura, e senza rendersi conto della sua affiliazione all'FBI, lo Scotch fu costretto a suicidarsi. Ma mentre stava per finire l'atto, Shuichi tenne stretto il cilindro della pistola, impedendo a Scotch di essere in grado di premere il grilletto. Quindi Shuichi ha rivelato la sua vera identità e motivo, riuscendo a prevenire la morte. Tuttavia, in quel momento, furono ascoltati i passi frettolosi di Rei, e sia Shuichi che Scotch lo presero avvicinandosi ai membri neri. Scotch ha usato la distrazione di Shuichi per premere il grilletto, quando Rei è arrivato sulla scena dopo che Shuichi ha recuperato la pistola dalla mano di Scotch. Mentre Rei ha continuato le sue indagini per cercare di capire di più sulla morte di Scotch, attualmente la sua conclusione è che Shuichi ha costretto Scotch a suicidarsi.

Advertisement