Detective Conan Wiki
Advertisement

Misao Yamamura (山村 ミサオ Yamamura Misao) è un agente di polizia in borghese della prefettura di Gunma.

Personalità[]

Nonostante sia un detective, Yamamura commette molti insuccessi inutili, come ignorare prove molto ovvie o reagire con terrore alla vista di sangue o di un cadavere. È anche molto innocente e superstizioso, in un caso è arrivato a credere fermamente che ci fosse una "maledizione fantasma". Ha anche lasciato scappare un detenuto mentre abbandonava un momento del suo posto perché voleva fermarsi e comprare qualcosa da mangiare. Non conosce nemmeno Gunma, la sua area di competenza, e spesso deve chiedere aiuto alla gente del posto per trovare posti.

D'altra parte, Yamamura sa a prescindere da cosa sia il lavoro di base di un detective e cosa debba essere fatto in caso di crisi. Ad esempio, scrive spesso tutte le informazioni che riceve su un quaderno che trasporta, sebbene ciò non gli impedisca di dimenticare talvolta ciò che ha detto. È anche abbastanza amichevole ed è sempre pronto ad aiutare nella risoluzione di un caso. Ha anche mostrato una certa capacità di catturare un criminale, anche se con l'aiuto delle istruzioni che Conan gli ha dato sul suo cellulare fingendosi Goro. In quell'occasione Misao disse che Goro avrebbe dovuto prendersi tutto il merito, dimostrando che era molto più modesto del "detective addormentato".

Storia[]

Misao Yamamura è nato e cresciuto nella prefettura di Gunma. Con le sue stesse parole, è stata la serie A Dangerous Police, con Yukiko Kudo, a ispirarlo a diventare un detective della polizia. La sua paura dei cadaveri gli fece rimanere un investigatore principiante, e non fu chiamato a indagare fino a quando non vi fu un'occasione in cui il resto degli investigatori ebbe il raffreddore. Fortunatamente, nel suo primo caso stava dormendo da Conan Edogawa, e questo fece aumentare la sua reputazione e iniziare a ricevere più incarichi. Yamamura ha anche una nonna, Misae Yamamura, che a volte è indirettamente coinvolta nei casi di suo nipote.

La maggior parte dei personaggi reagisce con stupore quando vede l'incompetenza di Misao, Goro Mori ha anche commentato che non può credere che Yamamura sia l'unico detective della prefettura di Gunma che può aiutarlo nei casi che si svolgono lì. Yamamura gestisce anche funzioni nel dipartimento, come il furto e il controllo del traffico. Ha anche scortato criminali in alcune occasioni.

Ad un certo punto della serie, Yamamura è stato infine promosso ispettore, che ha spiegato con grande entusiasmo a Goro, Ran e Conan. Goro, sconvolto, continua a chiamarlo "Ufficiale Yamamura" (山村将校, Yamamura shōkō) invece di "Ispettore Yamamura" (山村警部, Yamamura keibu); Conan, nel frattempo, teme per il futuro della polizia di Gunma con qualcuno come quello responsabile di altri investigatori. Ran sembra essere stato l'unico a dimostrare sincero sostegno all'ascesa di Misao.

Quindicesima Stagione[]

Misao è l'ufficiale di Gunma inviato per il caso perché conosceva Goro. Porta una macchina fotografica ed è eccitato dall'idea di avere l'opportunità di registrare "Goro l'adormentato" per mostrarlo ai suoi colleghi Gunma. Tuttavia, non è molto utile per risolvere il caso. Alla fine dell'episodio diventa deluso, rendendosi conto che ha interrotto la sua registrazione per risparmiare un po 'di batteria e ha dimenticato di riprenderlo in seguito. Chiede anche a Goro di ripetere lo spettacolo di deduzioni in modo che possa ottenere tutto nel film.

L'ispettore Misao Yamamura arrivò per indagare. Conan cerca anche di raccogliere indizi per aiutare, ma si limita a ciò che può fare quando un furtivo Eisuke inizia a spiare e guardarlo. Conan deve usare tattiche diverse per non sembrare sospettoso nei suoi confronti. Conan invia una mail al detective Yamamura mentre Mouri gli dice chi è il vero colpevole. Alla fine, Conan si disse che il motivo per cui non aveva fatto addormentare il detective Yamamura o Sonoko è perché notò che Eisuke lo stava osservando.

Misao è l'ufficiale inviato per questo caso e porta con sé una TV portatile in modo da non perdere il suo dramma preferito, "Le foglie di acero dell'inverno", di cui è diventato fan, dopo che sua nonna glielo ha consigliato. Questo dramma si riferisce al caso, quindi cerca di far confessare ai sospettati che il film gli piace, senza successo. Quindi la sua grande delusione per l'episodio drammatico di quella notte è stata cancellata. Successivamente sembra arrestare i colpevoli, ma solo dopo che sono già stati sconfitti da Ran e Makoto.

Sedicesima Stagione[]

Misao viene inviato per quello che sembra essere un incidente di snowboard e sembra non conoscere molto bene la posizione del caso, nonostante si trovi a Gunma. Spiega dapprima la morte della vittima a causa di una maledizione, e quindi è profondamente convinto dalla tesi di un incidente; di conseguenza, Conan lo tranquillizza per esporre la verità.

Di fronte agli eventi del caso, Misao dichiara innanzitutto che il colpevole è un membro della casa - una conclusione corretta - e desidera procedere a un'indagine approfondita; tuttavia, rendendosi conto che nessuno dei sospettati avrebbe potuto commettere il crimine, in seguito conclude che il colpevole è un estraneo che ha usato un trucco. Misao è anche sorpreso di incontrare Agasa così spesso nelle scene del crimine e consiglia a Conan di essere esorcizzato dalla sua abitudine di attrarre crimini.

Ventisettesima Stagione[]

Nel villaggio di Onino, Yamamura viene chiamato lì dopo che un possibile omicidio è avvenuto nel sito di scavi fossili del villaggio e nella toilette del museo. La vittima era il proprietario del museo che era stato avvelenato e Yamamura dedusse rapidamente che la vittima sarebbe stata probabilmente uccisa e che gli altri due ospiti sarebbero i sospettati. Dopo il tramonto, Conan ha usato Agasa per risolvere il caso invece di Yamamura e, vedendo il colpevole, Yamamura si esclude che il colpevole deve mostrare rimorso e espiare i suoi crimini che stordisce l'ufficiale forense e Conan prima di sollevare il pollice poiché il caso è risolto. I Giovani Detective approva la sua dichiarazione e fa anche un pollice in su, tranne Haibara che lo fissa. Poi ride come Goro.

Film 13[]

Uno degli omicidi del caso è avvenuto sul confine di Gunma, Misao è chiamato a indagare. Si comporta come sempre, viene immediatamente disprezzato da Kansuke Yamato ed è persino irrispettoso nei confronti di Kiyonaga Matsumoto. Misao è uno dei pochi ispettori (con Sango) a seguire la stravagante teoria di Goro sull'omicidio, e alla fine è l'unico a venire con lui quando lascia il quartier generale da solo, dicendo che sta per catturare il colpevole. Svolge ancora un ruolo nel film, ascoltando Vermouth comporre il numero di telefono del suo capo; la melodia inconsciamente lo fa fischiare la canzone Nanatsu no Ko, portando Conan a sospettare che un membro dell'Organizzazione si sia infiltrato nell'incontro.

Advertisement