Detective Conan Wiki
Advertisement

Rose Hewitt (ローズヒューイット, Rōzuhyūitto) è un'attrice al Broadway Phantom Theatre di New York City e l'attrice principale nella commedia "Golden Apple".

Aspetto[]

Rose è una giovane donna dai lunghi capelli biondi e occhi verde chiaro. Durante le prove per lo spettacolo indossa un bel vestito rosso a fiori e dei guanti lunghi.

Storia[]

Tutte le attrici avevano foto di Heath attaccate ai loro specchi. Rose, d'altra parte, aveva solo foto di Heath nel costume dell'Arcangelo Michele, perché era innamorata dell'incarnazione dell'Arcangelo Michele di Heath. Dopo aver deciso di andare al film, Rose ha deciso di ucciderlo. Rose fu iniziata insieme a Heath su un grave danno allo specchio della felicità. Rose ne approfittò per essere in grado di elaborare un piano per omicidio usando l'attrezzatura del palcoscenico.

Alcune settimane prima che Ran e Shinichi arrivassero nella metropoli di New York, Rose mandò un piccolo pacco all'indirizzo del Broadway Theatre. In questa confezione c'era una mela che veniva spruzzata con un colore dorato. Rose ha scritto "Per il più bello" con sangue animale, causando confusione in teatro.

Rose interpreta Afrodite, la dea dell'amore nella mitologia greca, e incarna così la bellezza dell'opera teatrale. Nel guardaroba, si trucca per la grande apparizione insieme ai suoi colleghi di lavoro Akane Nielsen e Lilas Sanchez quando improvvisamente entra Sharon Vineyard , accompagnata da Yukiko , Shinichi e Ran. Sembra entusiasta della presenza di Sharon e le pone immediatamente molte domande. Yukiko, che è ancora ricordata come "Night Baronnes", non viene risparmiata dalle sue domande.

Ran salva la vita di Rose

Ran salva la vita di Rose.

Heath Flockheart , il grande amore di tutte le attrici, entra poi nella stanza e diffonde il trambusto. Egli vuole condurre gli ospiti attraverso il famoso Insieme teatro con Sharon. Ran si ferma sul palco e nota i costumi appesi al soffitto a causa della mancanza di spazio. Qualcuno taglia un filo sottile, facendo cadere un'armatura grande e pesante. Rose cerca di fuggire, ma viene catturata da un'unghia allentata con il suo vestito ed è in pericolo mortale. Ran salva Rose all'ultimo secondo e cade a terra con lei. Rose ringrazia Dio, la sua faccia contorta dal dolore, di cui Sharon la discute immediatamente perché il vero salvatore è Ran, che con tutto lo sforzo ha impedito una terribile fine. Rose ringrazia Ran e continua a prepararsi per il gioco. Nel frattempo, Sharon dice addio perché è emerso qualcosa di importante.

Rose posiziona l'arma sul costume di Heath

Rose posiziona l'arma sul costume di Heath.

Yukiko, Ran si divertono con il gioco, anche se Shinichi sfida solo la noia. Rose si trova di fronte al grande specchio, che è quello di portare l'intero equipaggio per sempre la felicità. Heath, che incarna l'Arcangelo Michele, è in una nicchia per il palcoscenico e sta aspettando di salire in cielo come un angelo. Coprendo la nebbia, Rose tira fuori una pistola silenziosa che si era sempre nascosta nel suo vestito, puntando un laser su una piccola cabina vicino al palco e confondendo il pubblico. Spinge la mano in uno spazio che si è formato tra il palcoscenico e lo specchio e lancia una palla mirata contro Heath. Per far sparire l'arma del delitto, mette la pistola calda su un costume di Heath che viene tirato su. Heath è ancora cosciente e prende la mano di Rose e si imbratta di sangue sul guanto. Lo trasforma semplicemente dentro e nasconde le prove che sono sorte. Dopo che la nebbia si è schiarita, tutti gli attori scoprono l'Heath morto. Rose è stupida e afferma che è una brutta battuta.

Rose è stata condannata

Rose è stata condannata.

Nello spogliatoio, Rose cerca di aprire una lattina d'acqua, ma non ci riesce perché indossa ancora il guanto e non vuole toglierlo. Akane le prende la mano e apre la lattina. Con l'aiuto di sua madre, Shinichi può risolvere il caso, condannare Rose come un assassino e presentare anche le sue prove, il proiettile, il guanto e le foto. Prima di essere arrestata, Rose salutò e ringraziò Ran, che le aveva salvato la vita. [

Advertisement