Detective Conan Wiki
Advertisement

Sango Yokomizo (横溝 参悟 Yokomizo Sango), è inizialmente l'ispettore di polizia della prefettura di Saitama, successivamente, riappare quando viene trasferito alla prefettura di Shizuoka. E anche il fratello gemello dell' Ispettore della prefettura di Kanagawa, Jugo Yokomizo.

Aspetto[]

Sango Yokomizo indossa sempre il suo caratteristico abito marrone, una camicia bianca e una cravatta nera. La sua pettinatura ha una certa somiglianza con la forma di un corallo.

Personalità[]

Yokomizo è un abile poliziotto, sebbene con un'abitudine personale odiosa: che tende a trovarsi faccia a faccia quando sospettato, così detenuto, e gli grida in faccia quando pensa che si tratti di qualcosa, un'abitudine che anche lui pensa sia un un po 'imbarazzante Un'altra caratteristica della tua realtà è parlare ad alta voce quando sei profondamente coinvolto in un'indagine. La sua voce ha ricevuto molte lamentele dagli indagati.

Sango è considerato un grande fan di Goro Mori. Spesso, quando vede Goro, i suoi cambiamenti comportamentali lo aiutano a indagare su un caso. A volte chiama persino Goro e gli chiede di venire con lui, perché è un caso che abbia problemi. Tuttavia, a volte Goro rifiuta le teorie di Sango, anche quando si scopre che le intuizioni di Sango sono davvero corrette. Goro non reagisce sempre allo stesso modo quando vede Sango, come fa lui, ma Goro sembra considerare Sango un buon amico.

Sango agisce sempre molto eccitato nel vedere che Goro diventa "Il Detective in Trans". Tuttavia, Sango è più modesto di Goro, rispetto a Goro, che agisce molto eccitato e perverso. Anche se può essere una figura facile da convincere, viene mostrato come un ispettore molto abile. Viene mostrato nella sua prima apparizione nel programma per capire chi è l'assassino, dubita persino dell'alibi dei sospetti, persino del trucco fotografico che l'assassino usa per consolidare il suo alibi. Conan parla persino con Sango per vedere le prove che ha trovato per accusare l'assassino della morte. Conan crede inoltre che Sango sia un ispettore molto abile e intelligente, commentando un caso che Sango, che era responsabile, sarebbe stata una decisione molto più intelligente da scoprire sul caso rispetto a Goro. In un altro caso, è l'unico adulto a credere che sia stato commesso un omicidio invece di un suicidio in un tempio, ma Conan, esprimendosi a Goro, lo rimprovera per non aver prestato attenzione agli evidenti indizi che Sango Avevo trovato. Sango ha anche una grande paura dei fantasmi, una paura ancora maggiore di loro persino di Ran Mori.

Ha anche un lato più morbido, come quando si presenta con il professor Agasa e Conan Edogawa che cercano di confortare Ai Haibara dopo che lei ha smesso di piangere, chiedendogli perché non avesse salvato sua sorella, Akemi Miyano. Più tardi, cerca di pensare a Goro, Ran e Conan come amici, correndo spesso verso di loro e parlando con loro prima di chiunque altro se compaiono in un caso di omicidio che sta indagando. A volte Sango usa i contatti di suo fratello, Jugo, ogni volta che ha bisogno di aiuto con un sospetto in un caso. In un episodio, Jugo aiuta Sango vestendosi come lui, per aiutare Conan nella risoluzione di un omicidio. Tuttavia, Juice lo fa nonostante se stesso, e dice persino a Sango che non ho riferito nulla al riguardo.

A differenza della maggior parte degli altri personaggi, a Sango non importa che Conan venga coinvolto nei casi. In effetti, Sango apprezza spesso l'opinione di Conan, così come le sue osservazioni acute, spesso chiedendogli se ha trovato qualche indizio, con grande disgusto di Goro. Ogni volta che Conan fa un punto o punti su una traccia, Goro lo ignora immediatamente, mentre Sango è l'unica persona che ascolta i punti di Conan senza agire con rabbia nei suoi confronti, prendendo anche sul serio le sue preoccupazioni. Era implicito che Sango capisse anche che Conan non è un normale bambino di sette anni ed è molto intelligente per la sua età. Anche i ragazzi del detective vanno d'accordo con Sango, che crede di essere un uomo buono e gentile, a differenza di suo fratello gemello, Jugo.

Storia[]

Presente[]

Prima stagione[]

Caso 17: Il caso dell'omicidio alla festa notturna di Tenkaichi[]

Sango habla con Kogoro

Sango parla con Goro.

Sango Yokomizo lavora inizialmente presso la Polizia della Prefettura di Saitama . Durante un festival di primavera, indaga sull'omicidio del noto scrittore Satoru Imatake . Lì incontra per la prima volta il suo idolo, l'investigatore privato Goro Mori , sua figlia Ran e il piccolo Conan . Per quanto riguarda i fatti del caso, il detective ha subito il naso giusto. Sospetta che l'amico e collega del morto, il signor Sasai , sia l'assassino. Tuttavia, non può dimostrare la sua teoria. Solo dopo che Conan ha sedato inosservato il maestro detective con il suo cronometro anestetico e ha risolto il caso, l'ispettore si rende conto di cosa è successo.

Terza stagione[]

Caso 20: Il caso dell'omicidio del Barone della Notte[]

Qualche tempo dopo gli incidenti del Festival di Primavera di Saitama, il Commissario Yokomizo viene trasferito nella prefettura di Shizuoka. Lì incontra di nuovo l'investigatore privato Goro e la sua famiglia.  Nel caso del Barone della Notte , Yokomizo si rende conto che il piccolo Conan è anche un buon osservatore. È questo che finalmente la mette sulla strada giusta per risolvere il caso.

Settima stagione[]

Caso filler 66: Il caso dell'uomo che fu ucciso quattro volte[]

L'ispettore sta indagando su un caso che coinvolge un attore morto , in cui ha tre colpevoli confessati. Il suo manager vuole che il caso venga chiuso rapidamente. Pertanto, il commissario Yokomizo decide di recarsi a Tokyo a proprie spese e di assumere l'investigatore privato per il suo caso.

Quattordicesima stagione[]

Caso 142: Il caso dello spettro dei giorni sfortunati[]

Se il detective ha dovuto recarsi lui stesso a Tokyo in "Quattro sospetti e una morte" per chiedere l'aiuto di Goro Mori per risolvere il caso, i casi di omicidio in casa Kunitomo non richiedono misure meno insolite. Nel corso delle indagini, emerge presto che il caso in questione è legato a un incidente accaduto 13 anni prima. In quel momento, il capo di una società di sicurezza a Yokohama è scomparso. La società che, sotto il nuovo capo Sekiguchi , ha installato il sistema di sicurezza nella casa di Kunitomo. L'ispettore Yokomizo decide di prendere suo fratello gemello Jugo che è con la polizia della prefettura di Kanagawa lavora per indagare sugli incidenti passati. Ma solo quando i due fratelli lavorano insieme possono chiarire gli omicidi in casa Kunitomo e le vere circostanze di ciò che è accaduto tredici anni prima.

I due lavorano di nuovo insieme quando una follia omicida si diffonde in più prefetture. I commissari di tutte le prefetture colpite sono chiamati alla questura di Tokyo per lavori di indagine congiunta.

Diciannovesima stagione[]

Caso 207: caso di omicidio al Seaside Hotel[]

Durante un caso di omicidio al Seaside Hotel, l'ispettore incontra per la prima volta Eri Kisaki. Dal momento che aveva ripreso il suo nome da nubile, inizialmente pensava che fosse la cliente di Goro. Tuttavia, quando chiarisce che l'avvocato è il suo principale sospettato nel caso, Goro interviene.  Il caso è speciale anche nella relazione tra Yokomizo e Goro, poiché il detective sperimenta per la prima volta un'indagine congiunta con il famoso investigatore privato senza che lui abbia un attacco di narcolessia.

Curiosità[]

  • Sango non sa nuotare
  • Se incontra Goro accompagnato da una bella donna, inizialmente sospetta che si tratti della signora Mori.  Nel capitolo 710 incontra finalmente la vera moglie di Goro .
  • Durante le indagini sul caso Kunitomo, il detective non esclude nemmeno un fantasma come colpevole.

Gallery[]

Advertisement