Detective Conan Wiki
Advertisement

Taka'aki Morofushi (諸伏 高明 Morofushi Takaaki), soprannominato anche, Komei (高明 Kōmei), è un ispettore della prefettura di Nagano, che lavora nella polizia locale, nel commissariato di Arano e fratello maggiore di Scotch, Hiromitsu Morofushi (諸伏 景光 Morofushi Hiromitsu).

Aspetto[]

Takaaki è un uomo di , 35 anni e lavora per il dipartimento di polizia di Nagano. Ha i capelli neri leggermente più lunghi, con la riga di lato e i baffi. Takaaki è sempre vestito con una giacca blu scuro; compresa una camicia più leggera e una cravatta blu.

Personalità[]

È un uomo intelligente e può reggere il confronto nel lavoro investigativo alla pari di Kansuke. Nonostante la costante rivalità tra i due commissari, ciò non influisce sul lavoro congiunto e sulla risoluzione dei casi, ma serve piuttosto come stimolo reciproco per poter risolvere prima il caso. A volte i due usano attivamente la loro ben nota competizione per lasciare che l'autore incappi in una trappola. Takaaki è anche caratterizzato da una mentalità fredda e analitica. Anche quando i suoi colleghi più stretti sono sospettati di omicidio seriale, tiene conto di questa opzione teorica. Takaaki apprezza anche il potere di osservazione di Conan ed è consapevole del suo ruolo nel chiarire il caso.

Takaaki usa spesso vari proverbi e modi di dire basati sulla mitologia cinese, tra le altre cose.

Storia[]

Passato[]

Dopo la morte dei suoi genitori, Takaaki e suo fratello Hiromitsu furono allevati da parenti a Tokyo.

Takaaki conosce Kansuke Yamato e Aoi Kobashi fin dall'infanzia, poiché i tre frequentavano insieme una classe alle elementari. Anche allora c'era una forte rivalità tra lui e Kansuke, che continua ancora oggi. In seguito ha studiato giurisprudenza alla Toto University con il massimo dei voti , ma è passato alla polizia senza aver superato un test per una carriera di servizio civile superiore. Quando lavorava con Kansuke al quartier generale della polizia di Nagano, non è mai riuscito a risolvere un caso davanti a Takaaki. Tuttavia, dopo che il suo rivale è stato coinvolto in una frana all'inseguimento di un criminale ed è stato considerato disperso, è andato a cercarlo e alla fine ha trovato Kansuke che giaceva in coma in un ospedale, ma ha dovuto rispondere delle sue azioni non autorizzate, poiché era lui stesso Ha violato le regole del suo superiore. conseguenza, è stato trasferito in una stazione di polizia locale.

Presente[]

Diciassettesima stagione[]

Takaaki davanti al muro rosso

Takaaki davanti al muro rosso.

Per la prima volta Takaaki Morofushi Yui Uehara è il costante rivale di Kansukes ed ex collega del Comitato Esecutivo della Prefettura di Polizia di Nagano menzionato poco prima che Takaaki si manifesti effettivamente. Dal momento che sia Kansuke che Takaaki hanno a che fare con lo stesso caso, Kansuke consulta il detective Goro Mori , poiché non vuole perdere contro il suo concorrente e vuole almeno risolvere un caso prima di lui. Sulla scena del crimine, una stanza con un muro dipinto di rosso, in cui Shusaku Akashiè stato imprigionato e morto di fame, Goro, Kansuke e Takaaki incontrano alcune incongruenze, poiché certe impronte digitali sulla scena del crimine non provengono dalla vittima ma da un collega di Takaaki, che le ha lasciate lì con noncuranza. Le impronte digitali mancanti della vittima spingono Takaaki a interrogare i quattro sospetti nel caso di omicidio in modo più dettagliato. Kansuke gli dice anche di portare con sé Ran e Conan per interrogarlo, dato che loro due sono solo un ostacolo tra lui e Goro. Shiro Naoki in particolare reagisce durante il rinnovato interrogatorioestremamente sospettoso, poiché ha reagito molto spaventato e nervoso all'affermazione che le sue impronte digitali erano state trovate sulla scena del crimine. Ha mostrato questo comportamento quando è stato interrogato per la prima volta, il che lo rende un sospetto agli occhi di Kogoro. Quando il gruppo si è recato all'appartamento di Shiro il giorno successivo, Takaaki era già lì. Poiché, secondo la sua stessa dichiarazione, aveva una brutta sensazione, è apparso prima da Shiro, ma solo per trovarlo strangolato nel suo corpo e seduto di fronte a un muro rosso. Dal momento che l'autore deve ora essere uno degli intervistati, poiché solo loro sapevano del muro rosso sulla prima scena del crimine, Kansuke ora vuole chiedere loro dei loro alibi e chiede a Takaaki di prendersi cura di Ran e Conan di nuovo. Tuttavia, questo rifiuta perché vuole indagare da solo sul caso.Anche Aoi Kobashi e la conoscenza del muro rosso sono considerati sospetti.

Takaaki è sotto attacco

Takaaki è sotto attacco.

Tuttavia, Takaaki riesce a correre più veloce di Yui nella foresta di gojo e parte per la "Casa del mistero", la prima scena del crimine. Lì si ritrova nella stanza con il muro rosso e prende posto su una delle due sedie che ci sono. Quando pensa al significato del muro rosso come a un messaggio di morte, il suo significato e quindi anche l'autore che si trova dietro entrambi gli omicidi gli diventa chiaro. Ma prima che possa trasmettere la sua scoperta a Kansuke tramite SMS, viene attaccato e atterrato dall'autore. Con le ultime forze, invia a Kansuke un SMS con il contenuto "Komei è morto" prima di svenire e la casa viene data alle fiamme . Tuttavia, Yui Uehara appare in tempo nella casa in fiamme e salva Takaaki dalle fiamme. Mentre Kansuke e il resto del gruppo stanno aspettando che Takaaki riprenda conoscenza in ospedale, lui e Conan scoprono il significato dietro l'avviso di morte che rivela loro l'autore. Con stupore dei presenti, Takaaki, che aveva appena ripreso conoscenza, si unisce al gruppo e nota di non avere ancora alcuna prova che possa incriminare l'autore. Kansuke e Takaaki escogitano un piano per calmare e ingannare l'autore, e finalmente trovano Naoki Midorikawa nei panni dell'assassino di Shiro Naoki e Shusuka Akashi nell'appartamento di Shiro.

Dopo che l'autore è stato citato, Kansuke e Takaaki parlano di chi può ora segnalare il caso al presidio come risolto. Kansuke rinuncia volontariamente perché dice di non essere un cattivo perdente e Takaaki avrebbe comunque risolto l'enigma sul muro rosso davanti a lui. Takaaki ora si rende conto che Kansuke voleva aiutarlo a chiarire il caso dall'inizio e quindi ha persino messo Conan al suo fianco, dopo di che nota che non avrebbe agito in modo così ingenuo al posto di Kansuke e ha fatto tutto molto più abilmente. Ciò ha fatto arrabbiare il suo rivale a tal punto che ora rivendica la risoluzione del caso per se stesso. Nella sua mente, Takaaki lo ringrazia per avergli dato Conan e ha aggiunto che ha scoperto la verità dietro il muro rosso e ha riportato alcuni vecchi ricordi.

Ventunesima Stagione[]

Takaaki, Yui e Kansuke stanno indagando sul caso insieme

Takaaki, Yui e Kansuke stanno indagando sul caso insieme.

Dopo il ritrovamento del corpo di Kohei Wakamatsu, presidente di una società di design, una settimana dopo Kansuke e Yui si recarono nella sua villa a Nagano, dove è avvenuto l'omicidio. Allo stesso tempo, Conan e Heiji stanno indagando sul caso e si trovano nella villa della vedova a Tokyo. Kansuke va in bagno, dove è avvenuto l'omicidio e mancava un biglietto di morte. Poco dopo, Takaaki, anche lui assegnato al caso, lo raggiunge. Kansuke chiede a Takaaki cosa ci fa qui e Takaaki risponde che ora è tornato al quartier generale di Nagano. ====

Entrambi notano che le piastrelle sembrano cambiare colore con l'aumentare dell'altezza, ma possono immediatamente vedere che questa è solo un'illusione ottica creata da una certa tecnica di molatura sulle piastrelle. Yui vuole avvisare Kogoro immediatamente, ma i due la fermano. Prima vuoi che la scena del crimine indaghi di nuovo sul bagno, perché è molto probabile che l'autore abbia solo sostituito le piastrelle e l'avviso di morte sia ancora nella stanza, solo altrove. La tua ipotesi è confermata e puoi scoprire la parola Figlio , in tedesco figlio . Hanno informato Heiji che il figliovon Kohei è l'assassino di suo padre e deve immediatamente scoprire che è stato assassinato anche lui. Takaaki, Kansuke, Heiji e Conan concludono che l'omicidio è stato un atto di vendetta ei due agenti investigativi di Nagano lasciano le indagini a Heiji e Conan.

venticinquesima Stagione[]

Takaaki e Kansuke arrivano puntuali

Takaaki e Kansuke arrivano puntuali.

Yui è chiamato a un caso di omicidio in cui sono presenti anche Conan e Masumi. Mentre sta indagando sulla questione, Takaaki e Kansuke continuano a indagare, poiché il crimine è collegato a un caso che li preoccupa da tre anni. Cercano un agente di polizia che ha fatto una falsa dichiarazione nel suo rapporto di polizia e lui riferisce di non essere stato attaccato con un coltello dall'autore, ma che gli è stato lanciato contro. Dopo questa nuova conoscenza, cercano di raggiungere Yui. Kansuke può dirle di stare attenta, ma poi il contatto si interrompe e i due vanno immediatamente da lei.

Conan e Sera possono risolvere il caso attuale. Ma all'improvviso appare un'altra persona e vuole attaccare i presenti con un coltello. Tuttavia, Takaaki e Kansuke arrivano in tempo e quest'ultimo riesce a fermare l'attaccante con il suo aiuto per camminare.

Venticinquesima Stagione[]

Kansuke, Takaaki e Yui indagano

Kansuke, Takaaki e Yui indagano.

Dopo che Takaaki ha condotto un sondaggio con Yui e Kansuke, hanno fatto una deviazione verso la pianura di Kawanakajia sulla via del ritorno, dove hanno incontrato Conan, Ran e Goro. I sei fanno un breve giro turistico della zona, durante il quale Kansuke e Takaaki si scontrano verbalmente in più occasioni. Quando vedono la testa mozzata di Takeda nuotare nel fiume, solo Takaaki, Kansuke e Conan corrono lì immediatamente per recuperarla.

Nel corso del caso, Kansuke viene sempre più messo in discussione come possibile autore. Mentre Yui lo difende, Takaaki sta effettivamente considerando questa opzione. Sotto la direzione di Hyoe Kuroda , Takaaki tiene d'occhio, ma i due si separano rapidamente a causa di una falsa discussione. I due continuano a indagare per conto proprio per mantenere deliberatamente il sospetto su Kansuke, per cullare l'autore in salvo e per poterlo arrestare. Questo è esattamente ciò che può essere raggiunto presto da Kansuke, Takaaki, Kuroda e altri agenti di polizia.

Ventinovesima Stagione[]

Takaaki ha ricevuto una busta a lui indirizzata ed è quindi in viaggio per Tokyo. Dato che non riesce a trovare il collega responsabile, si reca di nuovo nella capitale una settimana dopo e, su sua richiesta, aiuta Jirokichi Suzuki con il nome del festival di Kaito Kid . Quando viene trovata la lettera di annuncio di Kids, Takaaki rende tutti consapevoli del suo trucco: ha sparso diverse carte con lettere diverse nella stanza e poi ha guidato l'ispettore Nakamori alla carta che doveva essere trovata. Il ragazzo deve quindi essere travestito da agente di polizia. Durante le indagini, Takaaki attira l'attenzione su di sé con diverse citazioni e convince la polizia e Jirokichi a mantenere la calma.

Quando il Kaito Kid cerca di rubare il gioiello travestito da Kazuha, Takaaki lo ferma e spiega il trucco del ladro. Kid fugge attraverso una botola nella stanza che Takaaki aveva scoperto in precedenza, ma trascurò il fatto che Kid stava solo cercando una gemma specifica e quindi restituì la pietra al legittimo proprietario, Moena Yamamoto .

Dopo aver risolto il caso, Takaaki può finalmente vedere la busta di Takagi e Sato. È stato ritrovato di recente, proviene da Wataru Date ed è indirizzato a Takaaki con un'etichetta sfocata. All'interno della busta c'è uno smartphone con un foro di proiettile nel mezzo, il cui interno è di colore nerastro con il sangue. La lettera "H" mascherata da graffio è sul retro. Takaaki sospetta che il cellulare appartenga a suo fratello minore, Hiromitsu Morofushi , e che sia morto durante un'indagine presso l'Ufficio di pubblica sicurezza.

Curiosità[]

  • Il suo soprannome è "Komei" (孔明 Kōmei), derivato dalla lettura on'yomi degli ideogrammi del nome "Takaaki", benché il soprannome sia scritto con gli stessi ideogrammi del nome di Shokatsu Kōmei, pronuncia giapponese di Zhuge Kongming che è il nome di cortesia dello stratega cinese Zhuge Liang; vi è anche un altro gioco di parole: è l'agente Komei di "shokatsu", cioè del commissariato di competenza (che si scrive però con ideogrammi diversi: il nome dello stratega è 諸葛, il commissariato è 所轄).

Gallery[]

Advertisement